“NO Pubbli-Città” di Paolo Panozzo

Nuova opera dell’autore e Socio Paolo Panozzo dal titolo: “No Pubbli-Città“.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Gallerie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a “NO Pubbli-Città” di Paolo Panozzo

  1. Mirella Macrelli ha detto:

    Ecco qui, Paolo;

    Osservando quelle foto, il tuo lavoro! Non posso fare a meno di ripensare alle foto precedenti; Si, quelle complete in bellezza sia studiata che naturale con visioni da sogno per cui oltre ai sentimenti la capacita tecnica fotografica rimane di grande importanza.

    Le diapositive a tema “NO PUBBLI’-CITTA” portano un discorso non facile a soffermarcisi poiche rappresentano una realta vissuta gia nel passato ed ancora di piu al presente: Cartelloni, annunci di ogni genere, spesso offensivi, volgari etc.. messi ovunque e sparsi per tutta la citta’ poi lasciati e abbandonati a marcire sui muri o altro!!
    Aspetto negativo della citta! mentre il pubblico rimane inerte!

    Inoltre esprimi la tua interpretazione personale “Protesta politica”
    Scrivi: “Gli STRAPPI, rappresentano gli strappi sociali
    I TAGLI, rappresentano i tagli al Welfare, alla scuola, alla sanità ecc.
    I BARBARISMI sono rappresentati da lingue sconosciute di extracomunitari e non, che ci circondano ovunque; biglietti con un italiano scorretto ecc..”
    Le VOLGARITA’ disturbano e avviliscono
    Il TEMPO stesso, una volta amico (in quanto più giovani) diviene un inarrestabile nemico che annichillisce le volontà e rovina le cose ecc

    Politicamente punti attualissimi e complicati, certamente ci sara chi vorra’ continuarne il discorso! Pero’ a questo punto la tecnica fotografica non e’ piu cosi importante quanto il percepirne il messaggio, cosi mi pare! (?)

    Ammiro iL tuo desiderio di volere sensibilizzare, cambiare, risvegliare il pubblico rimasto inerte da troppo tempo; inerzia ormai radicata!

    Mi piacciono tantissimo le tue foto con fonti di luci portatrici di messaggi sereni! Ma credo anche giusto il voler creare coscienza/responsabilita attraverso immagini/foto non “serene”

    Tutto sommato voglio dire che sono rimasta sorpresa, interessata e ti auguro buoni sviluppi.

    Ecco finito!
    Ciao, buon lavoro, Mirella
    P.S.
    ( Aggiungerei a quelle foto un’altra serie e cioe’ delle orribili grafiti sui vari muri …lasciate alla vista dei giovani, bambini e turisti! Le porterei tutte al Sindaco della citta” sottolineandone la gravita e l’importanza. di prenderne coscienza!!)

    • Mirella Macrelli ha detto:

      Ho inserito i tuoi commenti sul sito del Circolo. Mi fa piacere avere informazioni e giudizi di vario genere, soprattutto per rappresentazioni così “fuori dagli schemi”.
      CiaoPaolo

I commenti sono chiusi.